1 punto in due partite: inciampa l’Indipendiente

27 Nov

Dopo una striscia positiva con ottimi risultati, ecco spuntare l’altra faccia dell’Indipendiente; un volto quasi inaspettato che – con aiuti arbitrali e sbagli di troppo da parte dei nostri atleti – caratterizza in special modo la penultima partita disputata, ovvero quella con il Vistrorio.
“Davide batte Golia” ed il Vistrorio, oltre a stroncare l’imbattibilità casalinga mantenuta dagli atleti in rosanero da inizio stagione per 1-0, ci impedisce di tenare il “colpaccio” ai vertici della classifica (dunque approfittare del pareggio del Samone).
Forse troppo sicuri di fare risultato in modo semplice, forse entrati troppo molli in partita, paghiamo l’errore irreversibile: dopo aver giocato circa 1 tempo in dieci e poco concreti in tutti i settori, facendo chapeaux a portier Quagliano per due salvataggi vitali nelle prime battute del 1° tempo, il secondo tempo sembra giocarsi sulla falsa riga di quello conclusosi poco prima ma … palla fuori o buco nella rete, è stata proprio una disattenzione e forte ingeniutà a metterci in ginocchio: pochi passi dall’area piccola, un tiro quasi fantasma si dimostra definitivo ai fini del risultato finale. E’ l’1-0.

Pur cercando di reagire a strazi, con talvolta poco movimento delle punte ed imprecisione nei vari settori del campo, la fortuna non sembra poterci aiutare ed il tocco di testa di Fiore scheggia il palo dopo aver superato il portiere in tuffo.
Poco dopo anche per la punta esterna di destra finisce la partita per un doppio giallo un po’ dubbio e la partita, molto tesa, finisce con lo sfiorare del pareggio di Alfano.

Passa una settimana e la trasferta di Bellavista con il Real Ivrea si dimostra vitale sia ai fini della classifica che per sfida della società: diverse le assenze tra squalificati ed infortunati ma, seppur con difficoltà e qualche pericolo, la squadra rimane a galla e pareggia 2-2 una partita che sembrava mettersi male dopo il 2-0 ed un rigore che si stampa sul palo a fine del tempo. A contribuire in modo concreto a punto indispensabile sono Berti ed Enrione che sigla il goal sul fotofinish.

Sabato è la volta del Real Chivasso che occupa l’ultimo posto in classifica ma, dato le ultime, dovremmo aver imparato che nulla è scontato.

VAMOS INDIPENDIENTE!

Annunci

Strabiliante Indipendiente!

13 Nov

“Date a Cesare quello che è di Cesare”: quarta vittoria consecutiva, vetta della classifica sempre più vicina e, certamente a prescindere da tutto, un ottimo e consolidato gruppo.

La trasferta di Palazzo è stata una partita all’insegna della costanza e del NON sottovalutare MAI alcuna sfida: in una giornata piovosa dal cielo grigio, sono stati gli atleti di Pianese a far uscire uno spiraglio di luce sul viso di mister Pianese e vice Cantisani.

Le prove del giovedì sera in sede di allenamento, si sono dimostrate un vero toccasana per la squadra che, dopo circa 20 minuti dal fischio che ha aperto i giochi, si trovava sul 2-0.
Ad aprire le danze è Fiore Christian che si fa trovare pronto all’appuntamento col pallone nei pressi dell’area, per poi scaraventarlo alla sinistra del portiere (il secondo della stagione); il tutto a seguito di un cross teso di Lettieri per Di Giovanni che, sfortunato nella conclusione, trova la ribatutta.

Il raddoppio, dopo diverse azioni salienti e veloci dell’Indipendiente, è di Gennaro Colloca, che trova il goal – anch’esso di mancino – sul solito cross di Lettieri, in vena di uomo-assist della giornata. Gioia sugli spalti per il suo primo goal in rosanero.
C’è spazio poi per tentare azioni sul filo del fuorigioco, talvolta intuite dagli avversari e per qualche conclusione pericolosa di Lettieri, con un tiro insidioso dalla destra e il missile di Alfano da fuori area.
Il secondo tempo, sulla falsa riga del primo, si apre con l’aggressività dei padroni di casa, che in un certo senso cercano il goal del riscatto (trovato poi a circa 20 minuti dalla fine su un ottimo calcio piazzato) e quindi l’eventuale risalita.
Bravi i nostri a non cedere (troppo) alle provocazioni ed i falli insoliti e futili degli avversari: tolti gli ultimi 5 minuti, dove ci era difficile allontanare il pericolo e quindi provare a tenere alta la pressione, nel complesso una chiara dimostrazione di forza e tenacia del gruppo.

 

Sabato è la volta del Vistrorio Red e si gioca in casa ma, come ormai ci insegna l’esperienza, MAI NULLA E’ SCONTATO.

Vamos Indipendiente!

Battuta la capolista, la striscia positiva continua

6 Nov

Un big match finito nel migliore dei modi: la vittoria con i ragazzi del Baldissero prolunga la striscia positiva di risultati utili, e sottrae la prima piazza proprio a quest’ultimi.
Forti dalle 2 precedenti vittorie e stimolati dal mantenere l’imbattibilità casalinga, i ragazzi di Pianese e Cantisani hanno affrontato una partita a “carte scoperte”.

Sin da subito l’Indipendiente ha mostrato la propria forza nello spirito di squadra e la grinta che nelle ultime gare gli contraddistingue: difesa alta, centrocampo attento e punte molto fluide e dedite all’aiuto al centro. Tolti i diversi modi con i quali gli avversari cercavano risposte alle loro provocazioni, i nostri sono stati sempre concentrati e volti a giocare il buon calcio: il vantaggio infatti, dopo alcuni tentativi pericolosi, arriva a circa 20 minuti del primo tempo grazie ad un’incursione di Di Giovanni su lancio lungo a tagliare la difesa che, a sua volta, vede respingere il tiro dal portiere, ma il felino Berti è pronto alla ribattuta.

Secondo tempo sulla falsa riga del secondo, per lo meno sino a 5 minuti dalla fine: tolti sbagli arbitrali, qualche regalo e cartellino giallo “non giustificabile”, il Baldissero sembra esser schiacciata nella propria metà campo (pochi e su lanci lunghi i tentativi di incursioni tra le maglie della difesa casalinga) e paga l’ennesima distrazione con il solito Berti che a pochi passi dalla porta infila il portiere con un semplice tocco.
Ad accorciare le distanze è stato un tiro insidioso dal vertice dell’area: distrazione o uomo non marcato stretto, per qualche minuto c’è stata l’impressione che si potesse cadere nella loro trappola del nervosismo e quindi commettere sbagli che potevano costare il pareggio.
A rimediare è stato il desiderio comune di non gettare al vento un risultato meritato e l’ultimo sforzo per poco non ci premia: Di Giovanni in fuga, si libera dell’ultimo difensore.. è al limite dell’area col portiere in uscita, tiro che scavalca quest’ultimo .. e palla che scheggia la traversa!

Il fischio dell’arbitro sancisce così la definitiva vittoria per 2-1 che, oltre a favorire i cugini del Samone che passano al comando della classifica,  ci proietta a -4 dalla vetta: di seguito la classifica aggiornata.

Appuntamento a sabato per il match di Palazzo!

Vittoria meritata e di misura a Forno: la scalata continua!

31 Ott

I 3 punti conquistati nel posticipo esterno di ieri sera sono frutto di un lavoro di squadra determinata e rocciosa: infatti, dalla vittoria con lo Speciale Calcio, quindi poi in amichevole con il Bellavista ed infine il big match di ieri sera, si è vista una squadra omogenea, rocciosa e che non subisce cambiamenti anche dopo varie sostituzione in diversi settori.

Sin da subito protagonisti e padroni del campo. Testa alta e ottimi movimenti delle punti che si propongono come centrocampisti aggiunti anche in fase di costruzione: questi i passi fondamentali con i quali si è andati in goal – a circa 5 minuti dall’apertura del match – grazie alla finalizzazione di Di Giovanni che, entrato in area, butta la palla a destra del portiere.
Tolto qualche minuto dove la confusione aveva preso il sopravvento, la squadra non ha ceduto a provocazioni o falli bruschi che avrebbero seriamente potuto cambiare le sorti dell’incontro.
Portiere mai impensierito, difesa alta e diligente, centrocampisti da grande filtro e punte generose: da sottolineare il grande colpo di testa di Anastasi che sugli sviluppi di un calcio d’angolo avrebbe potuto cambiare il punteggio già a circa 2 minuti del calcio d’inizio, il calcio di punizione pericolosissimo del capitano Alfano, una conclusione dal limite di Colloca e la ghiotta possibilità di Berti nel servire Fiore dinanzi alla porta libera, ma il portiere avversario intuisce ed esce in modo tempestivo.

Ora a quota 10 punti si va a pari merito con Speciale Calcio e Borgomasino: inutile dire quanto sia delicato ed importante stare tra i primi, ma l’allenatore e la dirigenza tutta avverte a gran voce “vorremmo provare a stare in alto a lungo tra le grandi”.
Sabato difficile prova con la capolista: non esaltare l’avversario ma consapevolezza di quanto sia indispensabile NON sbagliare.

VAMOS INDIPENDIENTE!

3 perle e lo Speciale Calcio a k.o: che partita!

23 Ott

 

Una partita strabiliante: dopo qualche scossa di assestamento interna, i 15 di Pianese e Cantisani trovano una meritata vittoria in funzione del buon calcio mostrato.
Concentrazione dedita alla partita e determinazione nell’ottenere 3 punti vitali ai fini della classifica generale: a tale punto prefissatosi prima del fatidico fischio di inizio gara, i ragazzi hanno ben risposto.
Senza parlare di troppi tatticismi (che certamente hanno aiutato molto nell’ottenere la vittoria), la vera differenza è stata data dall’instancabile voglia di creare occasioni pericolose e da un ritrovato fiato mai visto prima; a partire dal portiere, la squadra si è espressa nel migliore dei modi in cui poteva esibire la propria forza.
Quest’ultimo pronto all’appuntamento col pallone nei pressi dell’area ed 11simo uomo pronto a servire i difensori anche di piedi, difesa alta come un baluardo ed un centrocampo che, aiutato anche dalle punte, esprimeva il giusto senso della famosa parola “filtro”il quale sappiamo, in gergo calcistico, risulta esser essenziale.

A vedere scritti i propri nomi sulla sempre aggiornata classifica marcatori , sono gli 3 atleti che festeggiano nel migliore dei modi la loro riuscita: Fiore Christian che, grazie al suo calcio d’angolo (sicuramente anche fortunato) da replay, sfodera dal cappello un goal tipico dell’amato “Codino”, appunto direttamente dalla bandierina,  Alfano Luigi che, con una bordata da fuori area, fa rivivere le stesse emozioni di Settimo (stagione scorsa) sia a compagni che tifosi e poi Berti Mirko, che grazie all’ottima girata al volo mette a sedere non solo il portiere, ma l’intera squadra: 3-1 quindi e partita fuori discussione.

 Ora a quota 7 punti, con ancora salda l’imbattibilità casalinga, martedì è la volta del Forno: un vero big match se si conta che anche la società dell’alto Canavese ha in griglia i medesimi punti. Una partita da non sbagliare, da studiare e quindi giocare nell’ottica giusta.

In palio i 3 punti che significherebbero, provare ad agganciare la parte alta della classifica, ed i presupposti non sembrano mancare.

CREDIAMOCI SEMPRE!

Dalle STELLE alle STALLE: 3-1 con il Sette Bello

15 Ott

Stesso risultato, ma in negativo.
La trasferta di Caravino non ha certamente sortito il medesimo effetto dello scorso match con i ragazzi del Campo.
Dunque tra i neopromossi in Eccellenza B del Sette Bello ed gli ex militanti nel campionato di Eccellenza A, hanno avuto dignitosamente la meglio i primi che, seppur in svantaggio con un goal di Barison, rimontano e chiudono i battenti sul 3 a 1, con un goal su rigore.

Sei i punti che ci dividono dai primi in classifica, i ragazzi del Samone, e 4 i punti che ci separano dall’oblio dell’ultima piazza tra le 14 squadre in gara: seppur dopo solo 4 giornate non si può parlare di Campionato gettato all’aria, è bene far i conti con quella che è la realtà. 4 punti in 4 giornate sono realmente pochi, specie se si guarda come si è giocato in due match (Esploratore Azzurro ed appunto Sette Bello).

Ufficio Stampa non presente al match di sabato pomeriggio, queste le poche parole rilasciate dal mister: “Partita interpretata male già da subito; eravamo molli. Pur essendo passati in vantaggio, non siamo riusciti a giocare palla …loro hanno avuto molta più voglia di noi, Di Giovanni e Barison benino davanti ma poche palle giocabili. Tutte alte e sporche.”

 Di seguito la classifica parziale ed i voti delle pagelle, non commentabili per ragioni ovvie.

Quagliano Daniel (7)

Enrione Danny (5)

Ocleppo Federico (5)

Giamblanco Mattia (5)

Lettieri Davide (5)

Abbove Renzo (5)

Alfano Luigi (6)

Cioffi Tommaso (5)

Colloca Gennaro (5)

Barison Marco (6)

Di Giovanni Massimiliano (6)

Bertino Cristiano (5)

Mazzucato Andrea (6)

Anastasi Manuel (5)

Orsini Luca (6)

 

Allenatore (6)

 MIGLIORE IN CAMPO: Quagliano Daniel (7)

Primi 3 punti: il Campo a “casa”!

13 Ott

La seconda partita casalinga vede la vittoria dell’Indipendiente che, considerate le precedenti giocate ed il ritmo di gioco offerto nei tornei estivi, era quasi obbligato a fare punti preziosi.

Appuntamento al goal al quale non si fa trovare in ritardo per Di Giovanni che in 120 secondi porta i suoi sul 2-0 e consacra il suo bottino parziale di 3 goals in due partite disputate. Tolto uno sbaglio difensivo che ha scaturito al 2-1 e quindi all’accendersi gli animi della partita provocando qualche cartellino giallo, riprese dell’arbitro e l’insolito cartellino azzurro ma non solo: a siglare il 3-1 definitivo e chiudere ogni possibile tentativo è Barison che, dopo esser stato pronto allo scatto in area avversaria si procura un indiscutibile calcio di rigore, piazzato da vero bomber di razza.

Consacrata l’imbattibilità casalinga con un pareggio (col Rivarolese) ed una vittoria con appunto il Campo, la squadra fa capolino tra le squadre che occupano i primi posti e, considerata la portata di gioco della squadre partecipanti al campionato ed il potenziale della rosa da offrire, fare bene è l’imperativo.
Certo è che il cammino è ancora molto lungo ma, il mister e la rosa tutta, ha ben percepito il concetto: grinta, fama di punti e passione. Questi i 3 principali ed essenziali aggettivi con i quali si può tentare il tutto per tutto.

Oggi pomeriggio è la volta del Sette Bello, squadra neo promossa che avrà certamente il suo bel da dire nel corso della stagione.
Di seguito la classifica parziale e le pagelle singole della partita.

Quagliano Daniel (7): ottimo. Il goal subito sul 2 a 1 – anche se sul suo palo – lo svincola da ogni responsabilità. Per il resto impeccabile.

Ocleppo Federico (7): chiude in modo impeccabile ogni possibile spazio e parla molto con i suoi. Ottimo modo per tranquillizzare i compagni del settore difensivo.

Enrione Danny (7): non bada a spese, quando bisogna “legnare” è uno dei primi a rispondere all’appello. Pericoloso su un colpo di testa da calcio piazzato.

Giamblanco Mattia (7): splendida partita per lui. La reazione di nervi a fine partita? DOVEROSA con un avversario che ha cercato presupposti per (…) durante tutta la partita. Impeccabile.

Lettieri Davide (6.5): tiene alta la pressione invitando i suoi a salire e schiacciare l’avversario nella propria metà campo. Testa e TANTO cuore, bravo capitano.

Abbove Renzo (6.5): a tratti spento. Gioca più alto rispetto alla precedente partita, permettendo quindi un maggior filtro con il centrocampo. Spesso presente nella costruzione dell’azione.

Alfano Luigi (7.5): partita magistrale per lui. Testa alta e pronto a dirigere l’orchestra li al centro del campo, come del resto da replay il servizio per il 1° goal firmato Di Giovanni.

Mazzucato Andrea (6.5):  approda in modo positivo nel rettangolo di gioco. Potremmo quasi rinominarlo il recupera palloni di San Grato.

Colloca Gennaro (6.5): l’istinto offensivo quasi lo inganna 2/3 volte dovendo recuperare di scatto sul marcatore che sale. Per il resto, la sua velocità ed ottimi piedi fanno di lui un ottimo esterno.

Barison Marco (6.5): alla ricerca continua di recuperare palla già nei pressi dell’area, mette a segno il goal del definitivo 3-1, grazie ad un ottimo rigore procurato dallo stesso.

Di Giovanni Massimiliano (7.5): con altri due goal si consacra il bomber dell’Indipendiente. Sicuramente avrà molto da dare per la squadra, il suo apporto sarà determinante. VAI ROCCIA!

Cioffi Tommaso (6): il “geometra” Cioffi, partita anch’esso dalla panchina, mette in risalto le sue qualità di passaggi millimetrici e determinanti per il possesso palla e costruzione quindi del gioco. Ottimo maestro, scaltro e generoso.

Cilenti Davide (6): 15 minuti di fuoco per lui. E’ quanto gli basta per rendersi pericoloso sotto porta. Forza che arriva il goal Cile!

Anastasi Manuel (6.5): voto penalizzante per lui se si considera che l’unica volta che non ha stroncato l’azione avversaria sul suo marcatore, si è subito il goal del momentaneo 2-1. Per il resto buona prestazione, bravo dexter.

Di Somma Beppe (6): la foga gli riduce anche gli scarpini in brandelli. Toro scatenato è ancora intrepido per dir la sua, forza Beppone!

Fiore Christian (6): poco basta per rendere incandescente il suo ingresso in campo. Subito scintille con il suo marcatore per presunte provocazioni, ma poco importa: non determinante dati i pochi minuti, un contropiede svanitosi nel nulla. Ci saranno altre opportunità. Giornata da cancellare per lui.

Orsini Luca (6): buona la prestazione di Orso, se ci fosse un muro forse quest’ultimo si farebbe male contro lui. Tutto forza e determinazione.

 Allenatore (6.5)

 MIGLIORI IN CAMPO: Alfano – Di Giovanni (7.5)